Bonus condizionatori 2022: presupposti e modalità di attivazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Anche quest’anno siamo giunti alla stagione più calda dell’anno e arriva la necessità di acquistare o procurarsi un condizionatore, ma come si ottiene il bonus condizionatori 2022? A chi spetta?

Le detrazioni fiscali che possono essere ottenute sono del 50% o del 65% a seconda del bonus a cui si fa riferimento, ma vediamo insieme innanzitutto di che cosa si sta parlando e in secondo luogo, come usufruire dei bonus.

1. Che cos è il bonus condizionatori

Con la legge di bilancio di quest’anno viene confermato l’incentivo che consente di avere una detrazione fiscale sulle spese per i condizionatori, la cui percentuale di calcolo varia a seconda che si facciano rientrare in ambito del Bonus Ristrutturazione o Mobili (50%) o nell’Ecobonus (65%).

Vi è inoltre la possibilità di riferire queste spese al Superbonus 110%, basta inserire queste voci di spesa in uno degli interventi previsti dalla normativa, quello della sostituzione dell’intero impianto di condizionamento (https://www.ilsole24ore.com/art/bonus-condizionatori-2022-chi-spetta-e-come-funziona-AELbgCaB).

Vediamo invece ora quali condizioni devono sussistere per l’applicazione delle aliquote di detrazione indicate sopra.

2. Bonus condizionatori 50%

Le spese per il condizionamento sono soggette a detrazione del 50% quando vengono inserite nell’ambito del bonus ristrutturazione o del bonus mobili.

Il primo è disciplinato dall’art. 16 bis del DPR 917/86 e riguarda la detrazione sull’Irpef del 50% per le spese di restauro, risanamento e ristrutturazione edilizia che vengono sostenute da un soggetto.

Il bonus mobili prevede invece una detrazione, di pari aliquota, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A o superiori ed è regolamentato dall’art 16 del Dl 63 del 4 giugno 2013 (https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/bonus-mobili/normativa-e-prassi).

Per ciò che riguarda la ristrutturazione, per poter usufruire della detrazione la spesa per il condizionatore deve rientrare nell’ambito di una ristrutturazione iniziata dopo il 1°gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto del macchinario.

3. Bonus condizionatori 65%

Le spese per l’impianto di condizionamento possono godere di un’aliquota di detrazione del 65% quando si decide di usufruire dell’Ecobonus, provvedimento previsto dalla Legge 234/2021 che ha lo scopo di ridurre i consumi energetici negli edifici.

In questo caso, le spese per il condizionamento godono di una detrazione fiscale del 65%, sia che si tratti di condizionatore ex novo, sia che si vada a sostituire il vecchio impianto con una classe energetica superiore. 

Vale anche per queste voci di spesa la tempistica di inizio lavori per poter accedere alla detrazione.

Ricapitolando, le spese per il condizionatore possono essere così soggette a detrazione:

Bonus di riferimentoAliquota di detrazioneTetto di spesa
Bonus ristrutturazione50%16.000 €
Bonus mobili50%10.000 €
Ecobonus65%Max importo detraibile: 46.154 €

Per avere il bonus, si possono prendere due strade:

  • sconto diretto con l’acquisto del dispositivo;
  • In dichiarazione dei redditi.

Abbiamo quindi visto in breve le caratteristiche principali del bonus condizionatori, risorsa importante in questo periodo di grande caldo.

Se desiderate avere maggiori informazioni, non esitate a contattarci: siamo a vostra disposizione!