Incentivi per fotovoltaico 2022: a chi sono rivolti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Nel precedente articolo abbiamo chiarito la convenienza del fotovoltaico non solo da un punto di vista ambientale, ma anche a livello di risparmio e di benefici che questo può portare; oggi invece approfondiremo la questione degli incentivi legati all’installazione del fotovoltaico e le novità 2022 a livello normativo.

Quali sono le agevolazioni previste per chi, nel 2022, sceglie il fotovoltaico? Come viene incentivato il cambiamento? Scopriamolo insieme in questo approfondimento sul tema.

Incentivi per fotovoltaico

Innanzitutto, è bene ricordare che lo stato non prevede un pacchetto unico di incentivi specificatamente dedicati al fotovoltaico; l’argomento viene trattato all’interno di due normative diverse: il bonus ristrutturazione e il superbonus.

Incentivi fotovoltaico con il bonus ristrutturazione

Il primo provvedimento che prevede degli incentivi a livello di fotovoltaico è il bonus Ristrutturazione, agevolazione fiscale che prevede una detrazione d’imposta per le spese sostenute per la ristrutturazione dell’immobile.

Con la Legge di Bilancio 2022, la scadenza del provvedimento è stata prorogata fino al 2024 e prevede un totale di spesa detraibile al 50% che comunque non può superare i 96 mila euro, sia per i privati che per i condomini.

Le spese ammissibili alla detrazione (per ciò che riguarda i pannelli fotovoltaici) sono:

  • Fornitura e installazione;
  • Manodopera e progettazione;
  • Sopralluoghi;
  • Imposte (Iva, imposta di bollo, autorizzazioni).

Il bonus spetta esclusivamente al proprietario dell’immobile, oppure ai conviventi del proprietario che siano intestatari delle forniture dell’energia elettrica; nel caso in cui il bonus si concretizzi nelle detrazioni Irpef, l’incentivo viene scontato in 10 anni.

incentivi per fotovoltaico

Superbonus e gli incentivi per fotovoltaico

Un’alternativa per fruire di incentivi sui pannelli fotovoltaici è il Superbonus 110%, agevolazione fiscale che prevede una detrazione del 110% per la realizzazione di specifici interventi che migliorino l’efficienza energetica dell’immobile.

In questo caso, tuttavia, per potersi vedere riconosciuto l’incentivo non è sufficiente la semplice installazione del fotovoltaico: i pannelli solari devono infatti migliorare la certificazione energetica APE dell’immobile di almeno 2 classi.

Il principale beneficio invece risiede nella possibilità di vedersi riconosciuta una detrazione totale (e non del 50%, come in precedenza).

Come richiedere il bonus incentivi per fotovoltaico

Una volta chiariti gli incentivi a cui si può accedere per l’installazione di un impianto fotovoltaico, passiamo alle modalità di richiesta.

Come visto in precedenza, gli incentivi fanno capo a detrazioni d’imposta, motivo per il quale, per potervi accedere, le spese devono essere inserite nella dichiarazione dei redditi.

In alternativa, come abbiamo visto per il bonus condizionatori in un precedente articolo, si può optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Abbiamo visto in breve quali sono gli incentivi a cui si può accedere per l’installazione di un impianto fotovoltaico; se desiderate avere maggiori informazioni in merito, o volete vendere il vostro immobile e conoscere le potenzialità di un fotovoltaico, non esitate a contattarci!